And the winner is…

Probabilmente tutti quest’anno, a inizio novembre, hanno sorriso guardando i video pubblicati sui social (qui e qui, tanto per citarne due) e immaginando una finale tra Le Alci di Vermegliano e Adula…tori, in pochi ci avrebbero forse scommesso, in molti questa sera hanno potuto godersi una finale che con buona probabilità va in archivio come la partita più “professionistica” della storia del nostro sport.

La rivalità tra le due squadre che si sono duramente contese il titolo parte dall’ormai lontano 2013, anno della prima edizione, e si è via via accesa ogni anno fino ad arrivare ai botta e risposta di video e sfottò (sempre nella massima correttezza) sui social.

Poi la svolta: una sparizione improvvisa del cartello simbolo della squadra di Vermegliano da una delle vie cittadine fa cambiare il rapporto tra le due squadre e inizia un rapporto di amore-odio – che è veramente strano da scriversi fra Alci e (Adula)Tori. Ma nella sera della finale no, tutto è dimenticato e conta solo una cosa: VINCERE.

La cronaca

Di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni e del commissario tecnico delle nazionali di curling (quello vero) maschile e femminile Marco Mariani, gara 1 parte subito in favore delle Alci, che staccano gli avversari e, turno dopo turno, incrementano il vantaggio, così da chiudere con ben 20 punti di vantaggio lo scontro: 36-16.

Probabilmente un inizio sottotono per gli Adula…tori che infatti rientrano in campo con decisamente un altro spirito per la seconda partita della serie e riescono a restare in vantaggio per gran parte dell’incontro, chiudendo gara due con una vittoria, seppur di pochi punti e un livello di gioco altissimo, con un turno concluso con tutte le pentole di entrambe le squadre a punto. Adula…tori 37, Le Alci di Vermegliano 34.

L’ultimo incontro, decisivo, è qualcosa che si fa fatica a descrivere. La tensione in campo e fra il pubblico era palpabile: una partita dall’esito più che mai incerto con da una parte l’esperienza dei campioni 2015 e dall’altra la voglia di conquistare finalmente il trofeo delle Alci.

Il terzo round parte così come il primo, con la squadre di Vermegliano che prende il largo nel punteggio, arrivando al massimo vantaggio nel quarto round, che sembra ormai decretare la fine dei giochi. Come detto, però, nulla è deciso fino all’ultima pentola. I tori stanno per mettere a segno un 16 a 1 al quinto end, ma è una gran sbocciata da parte delle Alci a salvare la situazione, riportando il parziale sul 9 a 1, probabilmente la giocata che vale la partita.

L’ultimo turno, con le Alci in vantaggio di soli 6 punti e, su un susseguirsi di colpi in difesa, coperture, sbocciate e tentativi di piazzate si arriva all’ultimo lancio dell’anno, nelle mani degli Adulatori. L’occasione per mettere a segno i 7 punti necessari (un pareggio avrebbe decretato la vittoria delle Alci per differenza punti) è affidata al veterano Cap che però, nonostante una partita ancora una volta eccezionale, non riesce a ribaltare una difficile situazione.

La proclamazione

Così, accompagnati dal boato della loro parte di tifoseria, Le Alci di Vermegliano possono finalmente laurearsi Campioni Mondiale di Curling Bisiac per l’edizione 2018-2019.

Una curiosità: con la vittoria delle Alci, diventano 4 (su 5) le squadre che hanno partecipato a tutte le edizioni e che sono riuscite a conquistare il trofeo.

Nella finalina per il 3° posto, Villaraspa campione uscente riesce a conquistare la medaglia di bronzo in rimonta sui The riva in sò che, malgrado loro, ottengono un record molto particolare: si piazzano al 4° posto per la quarta volta su quattro partecipazioni.

Torneo Junior

Giustamente, dobbiamo ricordare che il torneo di quest’anno (come il precedente) ha visto la realizzazione anche del torneo Junior, con ben 24 squadre al via. I piccoli campioni di oggi e di domani si sono sfidati durante le giornate a loro dedicate e hanno mostrato già un grandissimo attaccamento a questa nostra disciplina.

Un plauso, perciò, va anche ai campioni del torneo Junior, “Le Simpatiche Canaie“, che si sono aggiudicate il titolo per il secondo anno consecutivo!

Sipario

Si conclude così questa incredibile edizione del torneo 2018-2019, un’edizione che resterà a lungo nella memoria dei partecipanti e non, che si è aperta con la partecipazione di Elisa e conclusa dopo 46 giorni e 260 partite in questa magnifica serata.

Un ringraziamento dovuto a tutte le squadre che si sono date battaglia sul campo, sempre con la massima correttezza e spirito di allegria che contraddistingue la manifestazione.

Ci vediamo il prossimo anno!

 

Stay tuned and keep curling ?

Commenti

commenti